Regolamento

Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra
“Arturo Toscanini”

XI Edizione – 2020

REGOLAMENTO

Aggiornato al 20 novembre 2019

1. PREMESSA
Il presente Regolamento costituisce parte integrante del Bando relativo all’XI edizione del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, organizzato dalla Fondazione Arturo Toscanini. Ogni candidato è tenuto ad accettare il contenuto del presente Regolamento in tutte le sue parti.

2. COORDINAMENTO OPERATIVO, ORCHESTRE DEL CONCORSO E CANTANTI
     2.1. Coordinamento operativo
Il coordinamento operativo del Concorso è affidato alla Fondazione Arturo Toscanini (di seguito denominata “Fondazione”).
     2.2. Orchestre del concorso
L’orchestra ed il coro nella fase eliminatoria, saranno messi a disposizione dalla Fondazione. L’orchestra per le fasi semifinale e finale sarà la Filarmonica Arturo Toscanini.
     2.3. Cantanti
Al workshop e alle prove concorsuali prenderanno parte giovani cantanti lirici professionisti, a supporto dell’attività prevista e per l’esecuzione dei programmi musicali richiesti.

3. SELEZIONE PRELIMINARE
     3.1. Ammissione dei concorrenti
La selezione preliminare dei video sarà effettuata da una commissione composta da direttori d’orchestra e operatori del settore, nominata dalla Fondazione. La commissione individuerà, dopo aver esaminato tutti i video pervenuti, i 12 concorrenti ammessi al Concorso; oltre a questi, verranno selezionati 4 candidati di riserva, con un ordine di classifica, in caso di eventuali rinunce da parte dei primi.
Le decisioni della commissione sono insindacabili, inappellabili e definitive.
     3.2. Notifica dell’esito
L’esito della selezione preliminare sarà pubblicato sul sito del Concorso e sarà notificato ai candidati prescelti tramite e-mail entro il 1 marzo 2020. Il documento di notifica consentirà agli ammessi di presentare richiesta di visto d’ingresso in Italia, ove ciò fosse necessario.
     3.3. Conferma di accettazione
Ogni concorrente ammesso dovrà confermare tramite e-mail all’indirizzo segreteria@concorsotoscanini.it entro il 10 marzo 2020 la propria disponibilità alla convocazione, alla partecipazione al workshop e alle successive fasi concorsuali, nei giorni e nelle ore stabilite, pena la decadenza dell’ammissione al Concorso.

4. ACCREDITAMENTO DEI CONCORRENTI
     4.1. Presentazione
I concorrenti ammessi dovranno presentarsi, ad ogni fase del Concorso, muniti di documento di identità in corso di validità.
     4.2. Ritardi
Non saranno tollerati ritardi e assenze da parte dei candidati rispetto agli orari stabiliti e agli impegni previsti, fatta eccezione per giustificati e validi motivi debitamente documentati, pena l’esclusione dal Concorso.

5. VIAGGIO E ALLOGGIO
La Fondazione si farà carico dell’alloggio a Parma per i 12 candidati ammessi al Concorso, sia durante il periodo di workshop sia durante le fasi concorsuali. I candidati saranno ospitati presso famiglie che sostengono il concorso o strutture similari.
La Fondazione contribuirà alle spese di viaggio documentate dei 12 candidati ammessi alla fase eliminatoria e dei 6 candidati ammessi alla semifinale con un rimborso: fino a 100 Euro netti (per i concorrenti residenti in Italia), fino a 200 Euro netti (per i concorrenti residenti nell’UE e nei seguenti Paesi: Albania, Città del Vaticano, Liechtenstein, Macedonia, Norvegia, Principato di Andorra, Repubblica di San Marino, Serbia, Svizzera) e fino a 400 Euro netti (per i concorrenti residenti in altri Stati).
La Fondazione metterà inoltre a disposizione una borsa di studio, per un massimo di 800 Euro netti, come ulteriore contributo alle spese di viaggio che sarà assegnata a discrezione della Direzione artistica per merito e per particolari condizioni di necessità, previa valutazione delle richieste pervenute.
(Inviare una mail a segreteria@concorsotoscanini.it con oggetto: “Richiesta contributo spese di viaggio/borsa di studio Concorso Toscanini 2020” indicando le particolari condizioni di necessità).

6. ORDINE DEI CONCORRENTI
L’ordine dei concorrenti di tutte le fasi concorsuali, salvo diversa ed insindacabile disposizione della direzione artistica, seguirà quello alfabetico, a partire da una lettera determinata per sorteggio. Tale sorteggio sarà unico e la lettera estratta sarà valida sia per le attività previste dal workshop che per tutta la durata del concorso.

7. SVOLGIMENTO DELLA FASE ELIMINATORIA
     7.1. Materia di valutazione
La valutazione della Commissione durante la fase eliminatoria verterà sulle seguenti cinque prove:
1. Concertazione e direzione al pianoforte, con cantanti e coro di un Quartetto sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a) “Bella figlia dell’amore” – Quartetto da Rigoletto di Giuseppe Verdi
b) “Addio, dolce svegliare” – Quartetto da La Bohème di Giacomo Puccini
2. Concertazione e direzione al pianoforte, con cantanti e coro di un Coro verdiano sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a) “Spuntato ecco il dì d’esultanza” – Coro da Don Carlo di Giuseppe Verdi
b) “Gli arredi festivi” – Coro da Nabucco di Giuseppe Verdi
3. Concertazione e direzione in orchestra di un primo movimento di Sinfonia sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a) “Adagio – Presto” – dalla Sinfonia n° 101 in Re M. di Franz Joseph Haydn
b) “Adagio molto – Allegro con brio” – dalla Sinfonia n° 2 in Re M. di Ludwig van Beethoven
c) “Largo – Allegro vivace” – dalla Sinfonia n° 2 in Si b M., D 125 di Franz Schubert
4. Concertazione e direzione in orchestra di un concertato (con cantanti e coro) sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a) “Signor sergente…Adina credimi” fino alla fine dell’Atto – Concertato Finale Atto I da L’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti
b) “Ma signor…Ma un Dottor…Mi par d’esser con la testa” fino alla fine dell’Atto – Con- certato Finale Atto I da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini
5. Colloquio individuale.
La Commissione ha la facoltà di interrompere in qualsiasi momento, laddove lo riterrà opportuno, l’esecuzione delle prove elencate al punto 7.1 del seguente Regolamento. Tali decisioni sono definitive ed insindacabili.
Al termine delle varie prove la Commissione giudicatrice individuerà i 6 candidati ammessi alla prova semifinale. Entro 5 giorni dalla pubblicazione di tali risultati, i candidati ammessi alla semifinale saranno tenuti a comunicare alla Segreteria del Concorso, tramite e-mail a segreteria@concorsotoscanini.it, i brani scelti per la prova semifinale.

8. SVOLGIMENTO DELLA FASE SEMIFINALE
     8.1. Materia di valutazione
La valutazione della Giuria durante la fase semifinale verterà sulle seguenti quattro prove:
Concertazione e direzione al pianoforte, con cantanti dei seguenti brani:
1. un recitativo mozartiano a scelta del candidato fra i seguenti:
a) “Hai già vinta la causa” – Recitativo da Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart
b) “Temerari, sortite fuori di questo loco” – Recitativo da Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart.
c) “Crudele! Ah no…Mio bene!” – Recitativo da Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart
2. Pezzo d’obbligo:
“Siete voi?… Questo è un nodo avviluppato” – Sestetto da La Cenerentola di Gioachino Rossini
Concertazione e direzione in orchestra di:
1. una Sinfonia d’opera sorteggiata dal candidato fra le seguenti:
a) Ouverture da Medea di Luigi Cherubini
b) Sinfonia da L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini
c) Sinfonia da La forza del destino di Giuseppe Verdi
2. un Duetto, con cantanti, a scelta del candidato fra i seguenti:
a)“Dunque io son” – Duetto da Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini
b) “Quanto amore! Ed io spietata!” – Duetto da L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti
La Giuria ha la facoltà di interrompere in qualsiasi momento, laddove lo riterrà opportuno, l’esecuzione delle prove elencate al punto 8.1 del seguente Regolamento. Tali decisioni sono definitive ed insindacabili. Al termine delle prove la giuria internazionale individuerà i tre candidati ammessi alla finale. I tre finalisti sorteggeranno, ad esclusione, il duetto rossiniano e l’atto d’opera verdiano per la prova finale. L’ordine del sorteggio seguirà quello alfabetico determinato dalla lettera estratta all’inizio della competizione. Si veda, a tal proposito, il punto 6 del seguente Regolamento.

9. SVOLGIMENTO DELLA FASE FINALE
     9.1. Prove con la Filarmonica Toscanini
Nei giorni 4 e 5 giugno 2020 ognuno dei 3 finalisti avrà a disposizione un massimo di 2 ore e 30 minuti di prove con la Filarmonica Toscanini per concertare il duetto rossiniano e l’atto d’opera verdiano sorteggiato. Alle prove prenderanno parte i cantanti solisti ed il coro. I candidati avranno altresì a disposizione 1 ora e 30 minuti di prova di sala al pianoforte con i cantanti solisti, per concertare l’atto d’opera verdiano sorteggiato. Ad entrambe le prove potrebbe assistere la giuria inter- nazionale a sua discrezione.
     9.2. Finale: 6 giugno 2020
La prova finale del Concorso si svolgerà, in forma di concerto aperto al pubblico, presso il Teatro Regio di Parma.
     9.3. Ordine di esibizione per la prova finale
L’ordine di esibizione dei concorrenti per la prova finale sarà stabilito da insindacabile disposizione della Direzione Artistica.
     9.4. Materia di valutazione
Ognuno dei tre candidati finalisti dovrà dirigere un duetto rossiniano e un atto d’opera verdiano secondo il seguente programma:
Un duetto di Gioachino Rossini sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a)“Fiero incontro!… Lasciami non t’ascolto” da Tancredi
     b)“Dio che vegli su me…Ah se puoi così lasciarmi” da Mosè
     c) “Ebben…a te: ferisci… Giorno d’orror e di contento!” da Semiramide
Un atto d’opera di Giuseppe Verdi sorteggiato dal candidato fra i seguenti:
a) ATTO I da Nabucco (senza Sinfonia)
b) ATTO I da Macbeth (dall’ingresso di Lady Macbeth: “Nel dì della vittoria” fino alla fine dell’Atto)
c) ATTO II da La Traviata (da “Ah, vive sol quel core all’amor mio!” fino alla fine dell’Atto)
     9.5. Proclamazione del vincitore
Al termine del concerto la giuria internazionale stilerà la graduatoria definitiva e proclamerà il vincitore dell’edizione 2020 del Concorso, con la conseguente assegnazione dei premi previsti. (Si ve- da il punto 5 del Bando).

10. LINGUE E VALIDITÀ DI BANDO E REGOLAMENTO
Il Bando e il relativo Regolamento vengono pubblicati in due lingue (Italiano e Inglese). Solo il te- sto italiano ha validità legale.

FONDAZIONE ARTURO TOSCANINI
Il Sovrintendente
Alberto Triola

Close

CONTACT US

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Nulla vitae elit libero, a pharetra augue. Aenean eu leo quam. Pellentesque ornare sem lacinia quam venenatis vestibulum. Maecenas mollis interdum!

  • Subscribe error, please review your email address.

    Close

    You are now subscribed, thank you!

    Close

    There was a problem with your submission. Please check the field(s) with red label below.

    Close

    Your message has been sent. We will get back to you soon!

    Close