Mihaela Costea

Rapporto direttore-orchestra

Mihaela Costea

Violinista

Mihaela Costea si è diplomata in violino con il massimo dei voti e la lode sia presso la Scuola d’Arte “O. Bancila” della sua città natale che presso il Conservatorio “Rossini” di Pesaro.
Ha poi frequentato la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo e l’Accademia Walter Stauffer di Cremona.
Ha approfondito il repertorio solistico con Lia Pirvu, Salvatore Accardo, Mariana Sirbu, Vadim Brodski e Giuseppe Prencipe.
In Romania vince i concorsi per giovani musicisti “Mozart Competition” e “Lira d’Oro”, oltre a sedici con-corsi nazionali e sostiene numerosi concerti come solista e in duo con il pianoforte.Nel 1993 si è trasferita in Italia, e negli anni successivi vince il Concorso Internazionale di Biella (Lorenzo Perosi), i concorsi di Stresa, di Macerata Feltria, il concorso “Un violino per sognare”, il Concorso Mozart, e diverse audizioni per primo violino di spalla.

Ha fatto parte dell’Orchestra da Camera Italiana fondata da Salvatore Accardo e collaborato in qualità di primo violino di Spalla con l’Orchestra della Suisse Romande, la BBC Symphony Orchestra di Londra, la Royal Philarmonic Orchestra di Londra, l’Orchestra del Maggio Fiorentino di Firenze, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra del San Carlo di Napoli, l’Orchestra Filarmonica Veneta di Treviso, l’Orchestra del Festival di Riva del Garda e l’Orchestra Internazionale d’Italia.Dal gennaio 2000 ad oggi, ricopre il ruolo di primo violino di spalla e di solista presso l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e della Filarmonica Arturo Toscanini.

Dal 2002 al 2005 ha ricoperto il ruolo di spalla dei secondi violini con la London Philarmonic Orchestra.
Charles Dutoit l’ha invitata dal 2006 al 2008 a partecipare, in qualità di docente di violino e musica da ca-mera, al C.I.S.M.A. (Canton International Summer Music Academy in Cina), poi, per lo stesso ruolo al Festi-val Lindenbaum in Seoul Corea.
Nel 2007 ha suonato quale spalla dei primi violini presso l’Orchestra Stanislavskij di Mosca su invito di Franco Zeffirelli. L’anno dopo è stata spalla dei primi violini presso la Fondacao Calouste Gulbenkian di Lisbona su invito di Lawrence Foster.
Ha inciso un DVD in duo con il pianista Victor Derevianko (musiche di Paganini, Tartini, Bach, Fauré), un CD come solista con l’Orchestra Filarmonica di Latina (musiche di Sarasate e Saint-Saens) e un CD come solista con l’Orchestra Internazionale di Italia (musiche di Wieniavsky e Enescu). Nel 2009 incide per la Pentatone con l’Orchestra della Fondazione Gulbenkian, sotto la direzione di Lawrence Foster, le Rapsodie n.1 e n. 2 di Bartók per violino e orchestra.
Si è esibita sotto la guida di illustri direttori d’orchestra e musicisti come Yuri Temirkanov, Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich, Itzhak Perlman, Lorin Maazel, Gidon Kremer, André Previn, Vladimir Jurowski, Christoph Eschenbach, James Conlon, Jurai Valčuha, Daniel Harding, Kazushi Ono, Isaac Karabchevsky, Gary Bertini, Georges Prètre, Anne Sophie Mutter, Daniel Oren, Eliahu Inbal, Charles Dutoit, Kurt Masur, Lawrence Foster, Yoel Levi, Alpesh Chauhan.

Da segnalare il grande impegno delle ultime stagioni sinfoniche dove affianco all’attività di primo violino si è dedicata, con grande successo di pubblico e critica, al repertorio solistico affrontando capolavori dal reper-torio barocco a quello romantico: Vivaldi (Quattro Stagioni e Concerti per violino), Bach, Mozart, Mendels-sohn, Paganini, Beethoven e Brahms. Di notabile importanza è la cura e la ricerca sul repertorio del Nove-cento che l’hanno resa protagonista di acclamate esecuzioni dei concerti per violino solista di Kurt Weill, Barber, Bernstein, Bartok e Korngold.
Nel dicembre 2015 e nel 2017 si è esibita con la Filarmonica Arturo Toscanini, diretta da Francesco Lanzil-lotta, nel Concerto per violino “Red Violin” di Corigliano e nel gennaio 2016 ha interpretato con la Polish National Radio Symphony Orchestra le Rapsodie n. 1 e n. 2 di Bartòk sotto la direzione di Lawrence Foster e nel 2019 il concerto n. 2 “I Profeti” di Castelnuovo Tedesco.
Suona stabilmente nel Trio Rainessance unitamente al M° Victor Derevianko e alla prof. Diana Cahanescu (primo violoncello della Filarmonica Toscanini) e con il quartetto Coll’Arco (con contrabasso).
Svolge delle Masterclass a Iasi (Romania), a Urbino, a Corniglio (PR) e presso il Conservatorio di Parma.

Suona un violino Matteo Goffriller, dell’anno 1690 di sua proprietà.

Close

CONTACT US

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Nulla vitae elit libero, a pharetra augue. Aenean eu leo quam. Pellentesque ornare sem lacinia quam venenatis vestibulum. Maecenas mollis interdum!

  • Subscribe error, please review your email address.

    Close

    You are now subscribed, thank you!

    Close

    There was a problem with your submission. Please check the field(s) with red label below.

    Close

    Your message has been sent. We will get back to you soon!

    Close